La pulizia del bagno e la scelta del miglior detersivo per bagno

872
La pulizia del bagno e la scelta del miglior detersivo per bagno

Prodotti per la pulizia della casa: il detersivo per bagno

Quando si tratta di pulizia della casa, e in particolare del bagno, si scatenano discussioni relative a quelli che sono considerati i migliori prodotti per pulire e lucidare le superfici e i sanitari. Tra i prodotti più adatti per la pulizia troviamo i detersivi, i quali vanno scelti sulla base di parametri diversi, parametri che concorrono tutti insieme alla definizione della qualità e dell’efficienza dei prodotti stessi. Partiamo proprio dai requisiti relativi al miglior detersivo per bagno.

Le caratteristiche del miglior detersivo per bagno

Tra i requisiti principali che il miglior detersivo per bagno deve presentare troviamo innanzitutto gli agenti chimici contenuti nelle formule dei prodotti. Meglio evitare detersivi eccessivamente dannosi per l’aria e per l’ambiente, poiché l’esalazione di sostanze tossiche potrebbe comportare problemi di salute. Inoltre, può essere utile avere a disposizione un detersivo antibatterico, poiché l’ambiente domestico, non essendo asettico, ospiterà sempre batteri. Tra le funzioni che invece potrebbero risultare utili nella pulizia vi è l’apporto anticalcare e sgrassante. Riassumendo, le caratteristiche da tenere in considerazione sono:

• presenza di agenti chimici dannosi (sconsigliati);
• funzione anticalcare (consigliato);
• funzione sgrassante (consigliato).

Vediamo ora alcuni consigli derivanti dalla mia esperienza personale in materia di pulizia del bagno.

La pulizia del bagno

Nel corso degli anni ho avuto modo di affinare la tecnica di pulizia del bagno. Ho provato prodotti diversi, alternandoli tra loro e combinandoli per raggiungere risultati soddisfacenti sotto ogni aspetto.

  • Per i sanitari. Partendo dai sanitari, il metodo che consiglio per la pulizia è l’utilizzo di detergenti comuni: è utile ricorrere a disinfettanti, poiché, come spiegato in precedenza, anche se è impossibile rimuovere la totalità dei batteri presenti nel bagno. Importante è anche l’utilizzo di detergenti con funzione anticalcare e antiruggine. Applicandoli nelle aree caratterizzate dalla presenza di elementi metallici, particolarmente soggetti alla ruggine, è possibile prevenire la formazione della tipica patina rossastra. Per quanto riguarda gli utensili per la pulizia, uno straccio è più che sufficiente.
  • Per il pavimento utilizzo da sempre acqua e bicarbonato nella pulizia degli interstizi tra le piastrelle, per poi passare lo straccio utilizzando un comune detersivo.
  • Per i pannelli della doccia e per le piastrelle a parete ho sempre preferito l’impiego di acqua e bicarbonato.
  • Infine, per l’eliminazione della ruggine nelle aree di scarico si consiglia anche una preparazione fatta in casa a base di aceto e bicarbonato di sodio, in grado di rimuovere le macchie più ostinate grazie all’azione aggressiva degli agenti chimici.

Ecco la mia personale esperienza. Da sempre pulisco gli ambienti domestici preservando la salute della mia famiglia ora e per il futuro.

G.M.

 

CONDIVIDI
Articolo successivoUn pomeriggio diverso dal solito